Autori Riuniti – la casa degli Autori

libro e e-book

I libri di Autori Riuniti si possono leggere in formato e-book o cartacei.

Un progetto editoriale strano. “Siamo autori. Dateci la voce”.

E’ un po’ questo che mi è sempre sembrato Autori Riuniti, la prima casa editrice fondata, amministrata, gestita esclusivamente da autori i quali, riuniti in una giuria, decidono a maggioranza – perché non si può piacere a tutti ma se si piace a tanti è buon segno – quale libro può essere pubblicato.

Hanno scritto un manifesto che mi fa pensare a quei pittori futuristi che, stanchi del presente, si rivolgevano ad un’idea di mondo che sembrava non potesse esistere. Qui gli autori ricevono un giusto compenso per le loro opere, la pubblicità è lasciata al passaparola – perché se il libro è bello questo basta – il testo lo decide l’autore e le collane sono solo due: I nasi lunghi per la narrativa e Le gambe corte per la saggistica.

Per ora i libri pubblicati sono otto e vanno dall’antologia di racconti e manuale di tecniche narrative insieme, alle storie d’amore intrise di una suspense tipica del thriller, biografie e romanzi corali.

Autori Riuniti, realtà tutta torinese – cosa che mi rende orgogliosa e che manifesta le infinite possibilità di apertura al futuro che la mia città può avere – “ nasce in una sera d’estate, per ridare centralità alla scrittura ma sopratutto allo scrittore”.

Li leggo e li guardo su Facebook e Instangram e quello che mi resta, come sempre, è la voglia di partecipare alle loro presentazioni, di sentire i loro autori, di parlare con loro. Perché quello che, forte, mi trasmettono è la stretta vicinanza dell’autore al lettore. Come se loro e i loro libri fossero “di casa” in tutti noi. Leggere perciò due dei loro autori mi rende felice e fiera allo stesso tempo: davvero la letteratura può avere speranza in questa nostra vita distratta. Il primo libro che vi proporrò mi ha stregata, bellissimo. Una scoperta all’interno di una scoperta: pensare alle case editrici piccole fa venire in mente autori e tematiche di nicchia, come se non potessero interessare al grande pubblico. E invece no, quello che mi è apparso leggendo il primo dei due romanzi che ho nel Kobo, è di una vicinanza al nostro oggi da renderli estremamente vivibili nel nostro quotidiano, quasi fossero opere di nuovi artisti contemporanei.

Aspetto di leggere il secondo e do a voi la giusta suspense per aspettare la recensione del primo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.